Corso di scrittura: Lezione n. 2

dopo la Lezione n. 1 ecco la seconda

Lezione n. 2: Romanzonzo/Raccontonzo se  li conosci lo eviti

 

In un’operazione di formazione che si rispetti e che voglia raggiungare  i suoi obiettivi più che illustrare cosa fare è più importante illustrare cosa non fare e mi riferisco alla iattura dei raccontonzi.

In qualità di massimo studioso mondiale della Poesonza e creatore della definizione (provate a digitare Poesonza sul web…) ho il piacere di esporre qui le sue caratteristiche che si possono riferire anche alla narrativa.

E’ di tutta evidenza il significato della parola: Poesia + stronza e si riferisce alle poesie pubblicate a piene mani sul web.

Da essa derivano termini poetonzo/poetonza.

Per la narrativa ne consegue il termine: Romanzonzo/Raccontonzo.

poesonza.png

Ovviamente il termine non vuole avere un significato offensivo perché si tratta di una vera malattia a carattere epidemico-infettivo per cui, qualora se ne comprendono le caratteristiche, si può facilmente sfuggire al contagio.

I sintomi principali sono:

a) Mancanza totale di autocritica: ad ogni osservazione o critica l’autore ribatte con lamenti e strepiti e la frase tipica “a me mi piace così”;

b)Nel testo abuso di immagini di fiori quali i giaggioli, i biancospini et similia;

c) Nel testo abuso di immagini di volatili quali gabbiani, rondini, passeri, colombe et similia;

d)Nel testo abuso di immagini di mare in tempesta, di pioggia o di qualsivoglia evento atmosferico sempre in modalità eccessiva; e)Tematiche abituali sono le macerazioni amorose, dubbi esistenziali, i lamenti et similia.

La frequentazione antica di numerosi siti di scrittura, le altrettanto numerose partecipazioni a meeting letterari mi inducono a cercare di teorizzare e sistematizzare il mio punto di vista espresso più volte nel corso dei vari incontri in merito alle correnti letterarie maggiormente presenti sul Web.

E’ di tutta evidenza che qualunque attività di definizione è per forza di cosa approssimativa sia perché risente della componente oggettiva sia per la limitatezza del campione oggetto di studio.

1. LA DOLCE EUCHESSINA

Tale corrente unisce alla banalità dei temi trattati quali sofferenze d’amore assortite, passeggiate sotto la pioggia o davanti al mare in tempesta, un lessico che si caratterizza per approssimazione, alto contenuto glucosico non disgiunto da imprecisioni grammaticali e sintattiche. L’unico utilizzo socialmente utile dei testi catalogabili nella tipologia di cui sopra è proprio quello che suggerisce il “nome”. E vi assicuro che funziona, basta la lettura di pochi righe per vincere le più recalcitranti stitichezze. E poi dicono che la narrativa non ha una funzione pratica.

2. VALIUM o “Gli amici di Morfeo”

I testi di tale corrente sono caratterizzati da un altissimo potere sedativo. In genere sin dalla seconda pagina inducono ad un sonno profondo. Molte delle composizioni sono utilizzate come anestetico

naturale nei piccoli interventi chirurgici ed in odontoiatria.

3. OCHECACCHIO

I testi di tale corrente sono caratterizzati da totale incomprensibilità. Il nome deriva dall’esclamazione che normalmente pronuncia l’incauto lettore. Alcuni critici utilizzano anche la denominazione MACHECAZZOVORDI’. In considerazione però che di recente sul Web è stato introdotto un software di controllo delle parole proibite, per evitare antipatici asterischi, si suggerisce la mia denominazione .

4. GABBIANESCA

Alcuni critici inseriscono tale corrente in quella della DOLCE EUCHESSINA. Chi scrive ritiene di darle autonoma dignità letteraria proprio per l’uso parossistico dei Gabbiani. Si ha notizia che una associazione non profit di gabbiani ha richiesto ai letterati di tale scuola di pensiero i diritti di autore.

5. PSEUDONIPPICA

Anche per tale corrente non v’è unanimità da parte dei critici e difatti molti inseriscono i seguaci nella corrente DOLCE EUCHESSINA. Ritengo che la stessa abbia autonoma dignità letteraria. Come si possono dimenticare le migliaia di righe prodotti dai seguaci della corrente ed infatti oltre agli stilemi del ciliegio/pesco/nespolo in fiore gli pseudonippi sono caratterizzati da una profonda, esagerata bulimia narrativa.

6. AUTOBIOGRAFICO-STORICA

Riconoscibile dalla frequente e talvolta ossessiva ripetizione dei fatti più banalmente quotidiani dell’autore, inseriti in un contesto storico rigorosamente privo di temi sociali e culturali, tendente a far riconoscere allo stremato lettore quanto sia unica ed interessante la biografia dell’autore di turno.

7. FACCINESCA

Per intenderci della serie “posso scrivere sul web tutte le scemenze che voglio che tanto ci metto la faccina” oppure “ti dico che sei un idiota ma te lo dico sorridendo”, onde per cui non ve la dovete prendere e dovete sorridere anche voi altrimenti siete antipatici, odiosi, complessati e antisociali.

8. NATURALSFOGATORIASOGNANTE

I seguaci, sono colpiti dal morbo della sfogatite che, com’è noto, impedisce di sognare la notte a occhi chiusi, si rifanno durante il giorno a occhi aperti, sognando di essere aquiloni, farfalle e/o immaginando uomini o donne perfetti/e e utopici.

9. ZOMBICA

Acuti letterati hanno catalogato inoltre una degenerazione della tipologia Valium, una sorta di manipolazione genetica della stessa: la cosidetta narrativa zombica. Trattasi di una forma particolarmente virulenta e si manifesta nella scrittura di testi di tema funerario. Lapidi, tombe, cimiteri, tragici decessi, malattie dall’esito mortale, obitori sono i motivi ispiratori dei poetonzi zombici, a cui confronto i Sepolcri di Foscolo sono una farsa di Scarpetta. Contro la narrativa zombica non c’è alcuna forma di difesa conosciuta, guai un commento di scongiuro, si viene accusati di insensibilità e di cattiveria.

Continua 

copyright

Categorie: Corso di scrittura, narrativa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: